**

 VIALE FULVIO TESTI

Ovvero, la congestionata arteria che da nord porta nel cuore della metropoli milanese. E’ una sfinente danza ritmata da semafori che ti sembran sempre dello stesso colore: segnali luminosi capaci di influenzare anche lo stato d’animo del più pacato dei motociclisti. Rosso, l’ennesimo dell’interminabile
serie: ma quanti sono?
Modulo la frenata, accarezzo la leva del cambio. Neutral, spia accesa. E’ la conferma che la marcia è disinserita.
Avanti con il defaticamento di avambraccio e frizione.
Sul display leggo TRENTACINQUE gradi. Il percepito intorno alle pedane è tutt’altra roba.
Caldo, troppo caldo… Potrei guadagnare la “prima fila” e tirare un sospirone
di sollievo ma nove automobilisti su dieci non rispettano quelli che scelgono le due ruote per rendere meno caotica la viabilità urbana.
Interpreto il loro pensiero: “Ho l’aria condizionata e facebook e di quelli che stan fuori chissenefrega…”.
Sottili segnali non verbali.
Davanti a me una GS 1200 Adventure. L’ennesima… L’ingombro laterale dei bauletti lo conoscete, l’adesivo invece è una nota curiosa: “La pussè bèla manèra de andà in gir!” Dialetto milanese, tradizioni meneghine. Traduco: “Il più bel modo di andare in giro”.
Sarà vero?
Semaforo verde, dentro la marcia. E mi muovo.
Anzi no.
Caldo, troppo caldo…

Edoardo Pacini
Team Leader
 
>> HOME
 
numero 8 - settembre - ottobre 2015

[7 edito

[8 controedito

[10 vision

[12 ch(i)ef engineer
 
 

[14 design

[16 barra5
 
 

[18 brief: Stefano Ronzoni
 
 

[24 cover story: le crossover
 
 

[44 R 1200 RS regina delle Alpi

[64 overview
 
 

[66 Tony Calasso
 
 

[76 BMW R 69 S Dähne

[84 R 90 S Gan Turismo Veloce
 


[92 due modi di intendere l'enduro
 
[108 test pneumatici GS parte II

[118 twin flat

[120 itinerari SMART & EASY